Ciò che una volta era pura fantascienza, oggi si sta insediando vertiginosamente nella realtà delle nostre vite. Sono arrivati da poco in Italia i primi modelli di camerieri robotizzati direttamente dalla Cina, capaci di spostarsi dalla cucina alla sala tramite dei binari e di parlare diverse lingue.

I primi esemplari si trovano a Rapallo, in Liguria, e sono stati adottati dal proprietario di uno storico caffè, che ha visto in loro più un’attrazione turistica per i clienti che un elemento aggiuntivo. Sebbene possano dare una mano al personale, non vuole assolutamente sostituire con un robot il lavoro dei colleghi umani. Anche a Roma, a fine anno, aprirà un altro ristorante che utilizzerà dei totem per le ordinazioni, mentre a Terni verrà utilizzato un robot cameriere in occasione dell’apertura del bar nello stadio Liberati.

[continua a leggere]