Rinnovo dell’iperammortamento o credito d’imposta per l’innovazione 4.0? L’intervento di domenica alla festa dei Cinquestelle a Napoli del ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli sembra confermare l’ipotesi di un nuovo incentivo che potrebbe prendere il posto di super e iperammortamento. Della questione si è occupato anche un interessante articolo, pubblicato domenica 13 ottobre su Il Sole 24 Ore a firma di Carmine Fotina, in cui vengono illustrati i due possibili scenari del possibile rinnovo degli incentivi per Industria 4.0 – Impresa 4.0.

La prima ipotesi sarebbe sponsorizzata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze guidato da Roberto Gualtieri. È uno scenario che vedrebbe un sostanziale rinnovo degli strumenti attuali, seppur rimodulati a scalare e impostati in un’ottica di medio periodo (3 anni). È lo scenario di cui vi raccontavamo in questo articolo pochi giorni fa e che finora appariva prevalente.

La seconda ipotesi è quella di uno strumento unico che inglobi tutti quelli attualmente esistenti. Non è un’ipotesi nuovissima, visto che se ne parlava nei mesi estivi, quando pareva emergere un orientamento a rivedere in maniera più sostanziale gli incentivi del piano Impresa 4.0. Secondo il Sole 24 Ore questo orientamento sarebbe prevalente nel Ministero dello Sviluppo Economico e vedrebbe una vera e propria rivoluzione con l’azzeramento di super e iperammortamento e l’introduzione di un nuovo credito di imposta: “uno strumento unico di accesso ai finanziamenti”, come ha detto poi a Napoli domenica il ministro Patuanelli, il cui scopo sarebbe quello di semplificare l’accesso agli strumenti di incentivo e permettere agli imprenditori di non dover ricorrere all’ausilio di un consulente.

[continua a leggere]