SNAM, da tempo convintamente impegnata nello sviluppo di soluzioni energetiche legate all’utilizzo dell’idrogeno, ha effettuato un nuovo test immettendo, lo scorso 16 dicembre, nella propria rete a Contursi Terme (Salerno) una miscela costituita da metano e da idrogeno al 10% in volume.

Si tratta di un raddoppio rispetto alla prima sperimentazione effettuata lo scorso aprile (per la prima volta in Europa) con una miscela al 5% di idrogeno per una fornitura diretta a due imprese, un pastificio e un’azienda di imbottigliamento di acque minerali attive anch’esse a Contursi

Applicando la percentuale del 10% di idrogeno al totale del gas trasportato annualmente da SNAM – spiega l’azienda in una nota – se ne potrebbero immettere ogni anno in rete 7 miliardi di metri cubi, un quantitativo equivalente ai consumi annui di 3 milioni di famiglie e che consentirebbe di ridurre le emissioni di anidride carbonica di 5 milioni di tonnellate.

[continua a leggere]