Cambia ancora una volta la mappa delle regioni italiane sottoposte a specifiche ordinanze per contrastare l’emergenza sanitaria Covid. Nella giornata del 27 novembre il Ministero della Salute ha siglato due provvedimenti ad hoc che riguardano alcuni territori da Nord a Sud, riducendo le limitazioni in vigore in seguito a una attenta valutazione degli indici di contagio.

Nuove zone arancioni

Per quanto riguarda Calabria, Lombardia e Piemonte, è stato decretato il passaggio dall’area rossa a quella arancione, confermando invece l’area gialla per Liguria e Sicilia.

Una seconda ordinanza ha sancito, inoltre, la conferma delle misure finora vigenti per Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Marche e Toscana, dove restano in vigore le restrizioni attive finora con validità fino al 3 dicembre 2020.

Mappa delle regioni

  • A restare rosse, quindi, sono Abruzzo, Campania, Provincia Autonoma di Bolzano, Toscana e Valle d’Aosta.
  • Le regioni gialle, invece, sono Lazio, Liguria, Molise, Provincia Autonoma di Trento, Sardegna, Sicilia e Veneto.
  • Le zone arancioni, infine, sono Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria.

 Si tratta di una situazione destinata comunque a subire ulteriori variazioni nei prossimi giorni, anche in virtù del tanto atteso nuovo Dpcm che dovrebbe fornire misure precise per le regole da seguire durante le festività natalizie. Si attendono, infatti, normative dettagliate per la gestione degli spostamenti tra le regioni e per le attività commerciali.