È fondamentale per le aziende ma anche per i privati disporre di consulenti preparati e motivati che li guidino nelle fasi di progettazione, ingegnerizzazione, prototipazione e industrializzazione di un prodotto. Soprattutto in questa nuova fase tecnologica ed economica, nella quale assistiamo ad una costante ricerca di idee innovative e manufatti tecnologicamente avanzati per stare al passo con il mercato globale; mercato dove ormai i cicli-vita dei prodotti si sono notevolmente ridotti.

Spinti, non solo dalla professione, ma anche dalla passione per il nuovo e dal piacere per il creare, progettiamo e guidiamo il cliente nella realizzazione di prototipi, sia di tipo tradizionale che 3D. Offriamo un valido supporto per tutti coloro che hanno buone idee, ma non sanno tecnicamente come svilupparle, effettuando l’ingegnerizzazione di un’idea. In pratica, partendo dall’intuizione che viene fornita dall’inventore, viene realizzata una progettazione tecnica precisa con tavole di disegno, calcoli, descrizioni, che consentono al cliente di poterla mettere subito in produzione.

Avvalendoci dei processi di rapid prototyping a mezzo di stampa 3D, dopo la progettazione tridimensionale, possiamo disporre di particolari e oggetti per verifiche di progetto e di design in tempi ridottissimi (da alcune ore a pochi giorni). Le tecniche di prototipazione rapida, indipendentemente dalla complessità della costruzione dell’oggetto, ci permettono di riprodurre oggetti con tecniche additive, partendo dalla sua definizione matematica specificata su un CAD tridimensionale ed utilizzando un processo rapido, flessibile ed altamente automatizzato.

La progettazione di un prototipo diventa assolutamente critica in caso di macchine destinate alla produzione in serie e successiva commercializzazione. La realizzazione e i relativi test eseguiti sul prototipo, consentono di verificare la reale rispondenza delle macchine alle specifiche iniziali, individuare eventuali carichi di rottura e punti critici, risolvere eventuali debolezze, migliorare dettagli importanti; il tutto prima ancora di terminare la costruzione delle eventuali linee produttive, con ovvi vantaggi in termini di costi e tempi necessari per giungere all’effettiva commercializzazione di un prodotto maturo e affidabile.

Forti del nostro approccio iterativo e metodico, abbiamo standardizzato tutte le fasi necessarie alla buona riuscita del prodotto finito:

  • Analisi dell’idea iniziale

  • Definizione del progetto

  • Definizione degli obiettivi del progetto

  • Ricerche di mercato

  • Normative e brevetti

  • Analisi di fattibilità giuridico/economica

  • Sviluppo dell’idea iniziale

  • Produzione delle bozze a mano libera

  • Creazione dei modelli di studio tridimensionale

  • Analisi di dettaglio

  • Modifiche dei modelli preliminari

  • Ingegnerizzazione

  • Definizione dettagli tecnici

  • Analisi funzionali ed ergonomiche applicate ai prototipi fisici

  • Verifica della rispondenza ai requisiti tecnici

  • Disegni costruttivi

  • Assistenza al collaudo

  • Richiesta brevetto/modello di utilità

  • Ottenimento brevetto/modello di utilità

A chiusura dell’iter creativo, seguiamo l’inventore nel processo di ottenimento del brevetto che, come noto, è complesso e non richiede solo competenze procedurali e legali (di norma erogate da studi specializzati), ma anche un serissimo supporto tecnico per effettuare una corretta analisi e predisporre gli adeguati materiali a corredo necessari per effettuare un corretto e solido percorso brevettale. Se si tratta di un’invenzione o di un modello di utilità, dovranno essere descritte in modo particolare le caratteristiche funzionali del prodotto mentre, se si tratta di un oggetto decorativo che rientra nella registrazione disegni o modelli, sono di fondamentale importanza i disegni e la rivendicazione delle caratteristiche.

È opportuno precisare che, per depositare una domanda di brevetto, non è necessario avere un prototipo ma è sufficiente disporre di una progettazione tecnica di ciò che si vuole realizzare e dei principi innovativi su cui si basa. Tuttavia, capita sovente che quando si brevetti un oggetto senza avere realizzato prima un prototipo, ci si renda conto solo molto più tardi, appunto quando lo si deve produrre anche in via sperimentale, che occorre apportare una serie di modifiche al progetto iniziale.

Noi della Chora Engineering non lasciamo nulla al caso!

“È il modo in cui vediamo il mondo a creare il mondo che vediamo”

Barry Neil Kaufman

VUOI RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI O UN PREVENTIVO PERSONALIZZATO?

Contattaci subito. Il nostro staff si metterà in contatto per rispondere ad ogni tua esigenza e richiesta.

CONTATTACI